Terapie Naturali Olistiche
Allergie un aiuto dalla natura
Pin It

Il naso cola, gli occhi bruciano, gli sternuti non si contano…. Eccola, la primavera, e con essa l’allergia ai pollini.
Come sopravvivere a tutto questo?
Un aiuto ci viene dalla natura che ci può sostenere rendendoci più forti e quindi meno sensibili

Come non farci sorprendere e sopraffare dalle allergie

Chi ne soffre sa benissimo che l’allergia è una reazione spropositata nei confronti di sostanze che invece, per la maggior parte delle persone, sono innocue. 
Sa anche che il suo sistema immunitario reagisce all’allergene con anticorpi specifici, ma forse non sa che questi anticorpi provocano il rilascio di particolari sostanze, tra cui l’istamina, e che questo scatena processi infiammatori: da qui irritazioni, bruciori e fastidi vari.

La strategia che possiamo attuare dal punto di vista naturale per limitare il più possibile queste manifestazioni è quella di mitigare il più possibile questo stato infiammatorio lavorando sul “terreno di base”, cioè sull’intero organismo e sulle sue reazioni.

Per arrivare a questo la natura ci ha messo a disposizione diversi strumenti, tra cui:

  • l’alimentazione e la valutazione delle allergie crociate
  • la valutazione di possibili intolleranze alimentari
  • la fitoterapia
  • gli oligoelementi
  • i fiori di Bach

Alimentazione e allergie crociate con i cibi

I cibi che possono aiutare sono quelli in grado di contrastare l’iperacidità tissutale tipica dello stato infiammatorio. 
Sono detti “cibi alcalinizzanti o alcalini” e comprendono tutti quegli alimenti i cui residui non metabolizzati dall’organismo presentano un pH basico.
Questi alimenti sono principalmente la frutta e la verdura che vanno consumati ad ogni pasto in quantità doppia rispetto ai carboidrati (pane, pasta, prodotti da forno..) e/o alle proteine (carne, pesce, latticini, uova, legumi, proteine vegetali..).

Come fare?
Ad esempio quando mangiamo una porzione di pasta dobbiamo abbinarci 2 porzioni identiche tra verdura e frutta. Se non riusciamo a consumare tutto in un unico pasto, perché troppo abbondante, dovremo adeguare le quantità di pasta e, di conseguenza, di frutta e verdura.

Chi è allergico deve prestare particolare attenzione anche alle allergie crociate con i cibi a causa della reazione immunitaria nei confronti di proteine affini tra loro. 
L’allergia si scatena nei confronti di alcune parti delle proteine che si trovano nella sostanza cui si è allergici, tuttavia questi frammenti si trovano anche in proteine di origine diversa, ad esempio lo stesso frammento si può trovare in un polline e in un frutto.

Per questo motivo chi è allergico a un polline spesso è allergico anche ad un alimento.

Ecco alcuni esempi di allergie crociate:

  • Graminacee: frumento, pomodoro, kiwi, agrumi, melone, anguria, pesca, ciliegia, albicocca, prugna, mandorla.
  • Parietaria: basilico, ortica, melone, ciliegia, gelso
  • Composite: cicoria, tarassaco, camomilla, banana, castagna, sedano, prezzemolo, carota, finocchio, pepe verde, olio di girasole, margarina, miele
  • Betulacee: mela, pera, nespola, pesca, ciliegia, albicocca, prugna, mandorla, lampone, fragola, frutta secca, kiwi, sedano, prezzemolo, carota, finocchio

Valutazione delle possibili Intolleranze Alimentari

L'intolleranza alimentare, dal punto di vista della medicina olistica, è una reazione che si verifica nell'organismo in seguito ad un lento accumulo di sostanze mal digerite o mal tollerate, che danno reazioni di tipo infiammatorio dipendenti dal progressivo accumulo delle sostanze coinvolte.

I disturbi non sono in relazione diretta con l'assunzione dell'alimento, ma si possono verificare a distanza di tempo e i sintomi e le malattie possono interessare qualunque organo o apparato.
A causa di questo periodo di latenza, spesso risulta difficile accettare e comprendere come si possa "improvvisamente" diventare Intolleranti ad un cibo comunemente introdotto quotidianamente o meglio più volte al giorno (frumento, olio di oliva, latticini, ecc.).
Queste reazioni inoltre non sono sempre immediate, ma si presentano da 1 a 36 ore dopo l'assunzione del cibo in questione.

La presenza di intolleranze alimentari sostiene e si aggiunge allo stato infiammatorio causato dalla risposta allergica, peggiorando la sintomatologia.

E’ possibile valutare in modo agevole se e quali intolleranze siano presenti effettuando un semplice test sul capello, che riesce a valutare fino a 560 alimenti. Una dieta di esclusione di pochi mesi può rinforzare l’organismo e ridurne lo stato infiammatorio.

Per approfondire cosa sono le Intolleranze Alimentari per la medicina olistica leggi qui>> 

Per maggiori informazioni e per visionare un esempio di biotest per le Intolleranze Alimentari guarda qui>

 

Fitoterapia per le allergie

Per mitigare le manifestazioni allergiche si possono utilizzare con successo diverse piante.

La più nota è sicuramente il Ribes Nigrum le cui gemme contengono principi in grado di stimolare il rilascio da parte delle ghiandole surrenali di sostanze ad azione antinfiammatoria, antiallergica ed antidolorifica.
Il Ribes diminuisce la produzione di anticorpi IgE e frena la liberazione di istamina, responsabile dell’infiammazione e dei sintomi tipici dell’allergia.

Un’altra pianta, meno nota, è la Perilla i cui semi contengono componenti di natura flavonoica che hanno eccellenti proprietà antiallergiche e di inibizione della produzione di istamina.
Le formulazioni contenenti Perilla hanno anche il vantaggio di non provocare gli effetti collaterali dei farmaci di sintesi come sonnolenza, difficoltà di concentrazione, controindicazione alla guida, assuefazione.

Oligoelementi per le allergie

Gli oligoelementi sono dei sali diluiti che fungono da catalizzatori (attivatori) nelle reazioni metaboliche: senza di essi la maggior parte delle reazioni necessarie alla crescita, all’equilibrio fisiologico e alla sopravvivenza non potrebbe avvenire.

L’oligoelemento Manganese agisce sull’acidosi tissutale e la conseguente predisposizione alle infiammazioni e alle allergie. E’ un rimedio che lavora in profondità, sul “terreno costituzionale” della persona ed è utile in tutte la manifestazioni “iper”: allergie, dermatiti, artriti, infiammazioni.

Fiori di Bach per le allergie

I fiori di Bach sono le essenze di 38 fiori differenti, fortemente diluite, che agiscono contemporaneamente sul sintomo e sull’emozione (lo stato psicologico) che lo ha provocato. In termini moderni diremmo che agiscono sulla “somatizzazione”: il sintomo è l’espressione fisica di un malessere più profondo che proviene dal proprio se’ interiore.

I fiori che ci possono sostenere nella fase allergica sono:

Beech che agisce sull’intolleranza. Questo fiore aiuta ad abbandonare gli atteggiamenti eccessivamente critici e ad aprirsi al “buono” delle cose. La manifestazione allergica può essere letta, in questo senso, come la conseguenza di un atteggiamento “intollerante” nel confronti dell’allergene.

Walnut che agisce sull’ipersensibilità: la manifestazione allergica è palesemente una eccessiva sensibilità nei confronti dell’allergene.

Per approfondire cosa sono i fiori di Bach e come agiscono leggi qui>>

Per scoprire quali sono i tuoi fiori di Bach e come sceglierli da solo consulta il mio ebook>>



Se l'articolo ti è piaciuto

 
CONDIVIDILO

sonia-verri

Verri Sonia

Naturopata 
Seguimi su Instagram
Seguimi su Facebook
Fai i test gratuiti di dietaenutrizione.it

Dal Blog

Iscriviti alla newsletter

____ Consulente Food ___

I miei e-book

Libri per il tuo benessere

Il Giardino dei Libri

Sonia Verri - Consulente Naturopata

 Via Guido Rossa, 23
 41016 Rovereto s/S (MO)
 Cell.: 3470356919
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 C.F. VRRSNO71D64B819N

A.N.E.A. Accademia Naturopatia
Dieta e nutrizione - il Ben - Essere come stile di vita

Come Naturopata, le pratiche che svolgo non sono prestazioni sanitarie e non si prefiggono la diagnosi di patologie specifiche, né la prescrizione di farmaci o l'elaborazione di diete mediche. La parola “dieta” (dal greco = modo di vivere) indica sempre un regime alimentare; non prescrivo diete mediche ma fornisco consigli sull'alimentazione naturale con lo scopo di aiutare le persone a seguire regole alimentari sane conciliabili con la loro costituzione e stile di vita.

Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Utilizza invece cookie di terze parti di tipo analytics. Continuando la navigazione accetti l'uso di tali cookie.