Alimentazione e dieta
Sapore senza sale

Il sale è un minerale molto utile per il nostro organismo: il problema è che ne facciamo un uso esagerato spesso senza nemmeno rendercene conto, provocando seri danni al nostro corpo. Come fare allora?

Perché amiamo il gusto salato?

Il salato uno dei gusti primari percepiti dalla lingua.Il gusto più amato in assoluto è il dolce, seguito a ruota dal salato, mentre tendiamo a consumare con moderazione i gusti acido e amaro. Perché?

Queste preferenze innate sono legate, in realtà, ad implicazioni nutrizionali e ad istinti di difesa  del nostro corpo. Il sapore di un alimento è correlabile alla tipologia di nutrienti che contiene: ad esempio i cibi dolci danno energia mentre quelli salati apportano sali minerali. Quindi un determinato sapore non solo ci piace, ma ci serve. 
In particolare il sale rende più saporiti gli alimenti favorendo il rilascio nell’aria di alcune tipologie di molecole che esaltano l’aroma del cibo stesso favorendone il consumo.

Lo avrai provato anche tu: il sale stimola l'appetito e più una pietanza è salata, più si ha voglia di continuare a mangiarne! 
Lo sa bene l’industria alimentare che ci stimola all’acquisto sfruttando la sua capacità di esaltare l’appetibilità di un prodotto!
Gli istinti biologici, in questo caso, sono purtroppo in netto contrasto con quelli salutistici-nutrizionali.

Un eccessivo consumo di sale può far male: perché?

Se nelle giuste quantità il sale è salutare, anzi, indispensabile, consumato in eccesso crea seri danni al nostro corpo:

  • aumenta la pressione arteriosa
  • irrigidisce i vasi sanguigni e danneggia il cuore
  • altera l’assorbimento del calcio con danni alle ossa e ai denti
  • provoca ritenzione idrica, edemi e cellulite
  • danneggia i reni e può cristallizzare formando calcoli

Come sostituire il sale in cucina

Esistono due modi per diminuire l’assunzione di sale nella dieta: utilizzare prodotti che insaporiscano ma con un tenore minore di sale a parità di quantità, oppure sostituire il sale con prodotti alternativi che non lo contengano proprio.

Insaporitori naturali a ridotto tenore di sodio
Questo tipo di insaporitori pur contenendo una parte di sale hanno la caratteristica di insaporire l’alimento con quantità minori di prodotto. In questo modo a parità di gusto si assumono quantità inferiori di sodio. 
In questo elenco prenderò in considerazione solo i prodotti naturali e non le miscele industriali contenenti sali di sodio e potassio:

  • gomasio: è un condimento giapponese a base di semi di sesamo tostati e sale
  • miso: è un condimento derivato dai semi della soia gialla a cui spesso vengono aggiunti cereali e che viene lasciato fermentare in acqua salata. Contiene circa il 13% di sale.
  • salsa di soia o tamari: è una salsa fermentata ottenuta dalla soia con aggiunta di grano tostato e sale (il 18% circa).
  • dado vegetale naturale: è un concentrato che si ottiene frullando in un mixer verdura e sale. Si conserva in frigorifero ed è adatto ai piatti che necessitano di cottura.
  • sali affumicati: il sale viene affumicato con particolari tipologie di legno che ne fanno un prodotto dal gusto molto intenso.
  • sali aromatizzati: si ottengono per aggiunta di spezie, erbe, alghe o condimenti come il limone, l'aceto, l’aglio, la cipolla, la scorza di lime, il vino rosso o persino la vaniglia.

Insaporitori naturali senza sodio
In alternativa ai prodotti contenenti sale è possibile sfruttare il sapore di altri alimenti da aggiungere al piatto per aumentare il gusto del cibo:

  • erbe aromatiche come l’aglio, la cipolla, il basilico, il prezzemolo, l’alloro, il rosmarino, la salvia, la menta, la maggiorana, il timo, il coriandolo, l’origano e lo zenzero
  • le spezie come pepe, paprika, chiodi di garofano, curcuma, curry, zafferano, cannella, peperoncino, cumino, noce moscata
  • il succo di limone
  • l’aceto di vino, di mele e l’aceto balsamico
  • sale di sedano che, al contrario del nome, non contiene sale e si ottiene dall’essicazione delle coste di sedano scuro che vengono poi tritate. 

Vuoi preparare il Sale di Sedano? Leggi qui>>Prepariamo il sale di sedano

Hai mai provato a sostituire il sale con erbe e spezie?

sonia-verri

Verri Sonia

Naturopata
Seguimi su Facebook
Fai i test gratuiti di dietaenutrizione.it

Dal Blog

Iscriviti alla newsletter

____ Consulente Food ___

I miei e-book

Libri per il tuo benessere

Il Giardino dei Libri

Sonia Verri - Consulente Naturopata

 Via Guido Rossa, 23
 41016 Rovereto s/S (MO)
 Cell.: 3470356919
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 C.F. VRRSNO71D64B819N

A.N.E.A. Accademia Naturopatia
Dieta e nutrizione - il Ben - Essere come stile di vita

Come Naturopata, le pratiche che svolgo non sono prestazioni sanitarie e non si prefiggono la diagnosi di patologie specifiche, né la prescrizione di farmaci o l'elaborazione di diete mediche. La parola “dieta” (dal greco = modo di vivere) indica sempre un regime alimentare; non prescrivo diete mediche ma fornisco consigli sull'alimentazione naturale con lo scopo di aiutare le persone a seguire regole alimentari sane conciliabili con la loro costituzione e stile di vita.

Login

Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Utilizza invece cookie di terze parti di tipo analytics. Continuando la navigazione accetti l'uso di tali cookie.